Passeggiata a Cortina: Il Giro di Pianozes

Una facile escursione per scoprire il Lago di Pianozes ed il villaggio di Zuel.

Lunghezza: 6 chilometri
Dislivello: 100 metri
Durata: 1 ora e mezza circa
Vedi la mappa su Google Maps
Scarica il nostro percorso in GPX

In questa pagina vorremmo descrivere la gita a Cortina d'Ampezzo che vi permetterà di fare il giro del Lago di PianozesPiccola icona mappa partendo dal villaggio di ZuelPiccola icona mappa, attraversando Pian da LagoPiccola icona mappa. Questa passeggiata è molto piacevole ed è adatta a tutti, anche persone non allenate e bambini. Nonostante la semplicità del sentiero consigliamo comunque di indossare un abbigliamento adeguato, a partire dalle scarpe, che devono essere comode. Portate sempre uno zaino con almeno un po' di acqua, una merendina e una giacca per la pioggia. Se siete alle prime esperienze in montagna, vi consigliamo prima di tutto di leggere i nostri consigli per camminare in montagna in sicurezza.

Questa passeggiata é fortemente ispirata alla famosa gara podistica El Siro de Pianozes, di cui riprende una buona parte del tragitto. Si tratta di una paseggiata panoramica che, partendo da Zuel, attraversa i boschi fino al Lago di Pianozes, per poi proseguire sulla strada asfaltata da Campo a Zuel. Per raggiungere il punto di partenza è possibile prendere l'autobus n°2 dal centro di Cortina o utilizzare la macchina (in questo caso potete parcheggiare al Trampolino Italia di ZuelPiccola icona mappa o al campo di calcio di ZuelPiccola icona mappa. Se decidete di andare a piedi è sufficiente seguire il tracciato della ex ferrovia in direzione Sud. Partendo dal centro a piedi il tragitto si allunga di circa 30 minuti, in quanto bisogna sommare il tempo necessario per raggiungere Zuel dal centro di Cortina.

La passeggiata inizia al campo da Calcio di Zuel, che sorge sul punto di atterraggio del trampolino olimpico Italia. Scendete verso la poco romantica zona industriale di Pian da Lago lungo la strada asfaltata e, quando trovate il parcheggio del primo capannone, proseguite dritto lungo la strada in ghiaia. Costeggiate i capannoni fino a raggiungere un grande incrocio, identificabile dal cartello in direzione Socol ed i legnami accatastati sui piazzali. Siamo consapevoli che la passeggiata per ora potrebbe risultare abbastanza squallida, ma proseguite fiduciosi fino al ponte che attraversa il Fiume Boite e una volta raggiunta la tabella delle regole d'Ampezzo seguite il sentiero 449 in direzione Lago de Pianozes.

La strada che da Zuel porta a Pian da Lago
Da Zuel a Pian da Lago.
Il ponte sul Boite in località Socol
Ponte sul Boite a Socol.
Cartello in legno che indica la direzione Lago di Pianozes
Cartello Lago di Pianozes.

Ora dovete affrontare una breve salita che vi porterà su un punto panoramico, da cui è possibile vedere la Tofana quasi incontaminata, il fiume Boite ed il colle del trampolino di Zuel da dietro. Proseguite lungo la strada, stando attenti a seguire il percorso più battuto, in quanto potreste incrociare alcune strade da bosco che potrebbero disorientare. Quando camminate a Cortina potrebbe capitare di imbattersi in alcuni incroci non ben segnalati. In questo caso è consigliabile seguire sempre la strada meglio battuta, in quanto quelle che sembrarano scorciatoie potrebbero rivelarsi sentieri di caccia o strade per i mezzi meccanici di taglio legname.

Continua dopo la pubblicità...

Dopo aver affrontato una semplice salita ed una facile discesa, attraverserete un ponte in legno e subito dopo troverete delle panche con una strana colonna in legno contenente dei libri. Questo simpatico progetto è nato dalla collaborazione tra gli alunni del Liceo Artistico di Cortina, le Regole d'Ampezzo e l'Ulda (Unione Ladini d'Ampezzo). Si tratta del Librasción, una fusione tra le parole Libro e Brasción (albero in ampezzano) che descrive una libreria nel bosco, dove è possibile leggere un libro immersi nella natura. Il concetto è lo stesso del book crossing, potete quindi portare i vostri libri da aggiungere alla collezione.

La strada che da Zuel porta a Pian da Lago
Da Zuel a Pian da Lago.
Il ponte sul Boite in località Socol
Ponte sul Boite a Socol.
Cartello in legno che indica la direzione Lago di Pianozes
Cartello Lago di Pianozes.

Proseguendo ancora pochi minuti raggiungerete il Lago di PianozesPiccola icona mappa, un suggestivo specchio d'acqua dove sorge l'omonimo ristorante. Se volete fermarvi è possibile prendere un gelato o bere qualcosa al chiosco, mentre se volete mangiare è possibile rivolgersi al ristorante, sicuramente di ottimo livello i cui prezzi sono in linea con la qualità dei prodotti, di prima scelta. Nel mio caso era fine ottobre, quindi risultavano chiusi sia il ristorante che il chiosco. Consiglio di fare il giro del lago prima di proseguire lungo la discesa asfaltata che vi porterà in località Campo di Sotto, dove all'incrocio dovete svoltare a destra, costeggiando il prato in direzione Zuel lungo la strada asfaltata da cui è possibile godere un bellissimo panorama sul monte Faloria.

Una volta raggiunto il ponte sul fiume Boite vi aspetta l'ultima salita, prima di raggiungere nuovamente l'abitato di Zuel. Una volta qui potete recuperare la vostra macchina scendendo verso destra fino al campo da calcio di Zuel o approfittare per una veloce visita al Trampolino olimpico Italia, vestigia delle olimpiadi di Cortina del 1956 ed oggi un po' trasandato. Sul piazzale del trampolino si festeggia ogni ferragosto la Festa Campestre di Zuel, una tradizionale sagra paesana dove bere, mangiare e divertirsi.
Se non volete camminare troppo, è possibile fare l'ultimo pezzo del tragitto in autobus. La fermata è posizionata sulla torretta Enel, poco dopo la fine della discesa dal Lago di Pianozes.

La fermata dell'autobus di Campo di Sotto
La fermata dell'autobus.
Strada che da Campo di Sotto porta a Zuel
Strada da Campo di Sotto a Zuel.
L'ultima salita della nostra passeggiata da Zuel a Pianozes
L'ultima salita della passeggiata.

Prima di lasciarvi vogliamo darvi qualche informazione aggiuntiva sulla gita che andrete ad effettuare. Il Lago di Pianozes è un piccolo bacino artificiale creato per scopi turistici, il ristorante che sorge sulle sue sponde viene dato in gestione dalle Regole d'Ampezzo ed attualmente è gestito da Massimo Alberti. Nel 2019 le regole d'Ampezzo hanno realizzato dei lavori per riqualificare la zona di Pianozes, consolidando la strada di accesso ed ampliando il ristorante.

Continua dopo la pubblicità...

A seguito di questi interventi la passeggiata sulle sponde del lago è stata resa accessibile anche alle persone diversamente abili ed è stata ampliata la penisola dove sorge il chiosco, che serve panini, toast e bevande fresche.

Sperando che la gita del Giro di Pianozes vi sia piaciuta, prima di salutarvi, vi ricordiamo che potete leggere tutte le gite che abbiamo selezionato a Cortina d'Ampezzo cliccando qui, oppure in alternativa leggere tutti gli articoli che abbiamo scritto su Cortina d'Ampezzo cliccando qui.

Se volete ringraziarci del lavoro svolto, potete darci un piccolo aiuto o un contributo visitando la pagina Sostienici.
Se, invece, volete suggerire una modifica, nella sezione Info e Contatti troverete i diversi modi per raggiungerci.