Gita a Cortina: Da Piè Tofana a Cianderou

Passeggiata a Cortina d'Ampezzo adatta a tutti da Piè Tofana a Cianderou.

Lunghezza: 6 chilometri
Dislivello: 150 metri
Durata: 1 ora e 45 minuti
Vedi la mappa su Google Maps
Scarica il nostro percorso in GPX

In questa pagina vorremmo descrivere la gita che vi permetterà di andare da Piè TofanaPiccola icona mappa a CianderouPiccola icona mappa passando per la passeggiata Montanelli, lungo il territorio di Cortina d'Ampezzo. Questa escursione è molto piacevole ed è adatta a tutti, anche persone non allenate e bambini. Quando affrontate un escursione consigliamo sempre di usare un abbigliamento adeguato, a partire dalle calzature, che devono essere da montagna. Portate sempre con voi uno zaino con almeno un po' di acqua, qualcosa da mangiare e una giacca impermeabile per la pioggia. Se siete alle prime esperienze in montagna, vi consigliamo prima di tutto di leggere il nostro articolo su come affrontare un escursione in sicurezza.

Il Sentiero 410 è conosciuto anche come sentiero Montanelli, in onore dell'omonimo giornalista, che amava passeggiare lungo questo percorso durante le sue vacanze a Cortina. La passeggiata parte dal ristorante Piè Tofana, dove è possibile lasciare l'auto nell'ampio parcheggio, ed è indicata da un cartello in legno. La prima parte del tragitto è costruita sulla strada sterrata che porta al Col Drusciè, cercate quindi di restare sul bordo della carreggiata per non disturbare gli eventuali veicoli. Una volta proseguito per qualche centinaio di metri, un secondo cartello vi inviterà a proseguire verso sinistra, in direzione Lago Ghedina. Fino a qui il panorama non è stato dei migliori, ma vi consigliamo di proseguire prima di trarre conclusioni affrettate.

Cartello passeggiata Montanelli
Cartello passeggiata Montanelli.
Strada boschiva in direzione di Col Tondo
Strada boschiva per Col Tondo.
Cartelli in direzione Fiames, Posporcora e Cianderou
Cartelli Fiames e Cianderou.

Dopo qualche metro nel bosco, sulla sinistra, incontrerete un piccolo lago perfettamente regolare, con una simpatica forma "a cuoricino". Questo bacino d'acqua artificiale si chiama Po’ Drusciè e viene utilizzato come riserva idrica per l'innevamento delle piste da sci durante la stagione invernale. Il lago, con la sua profondità di 10 metri ed un volume d'acqua di 96 mila metri cubi, è il più grande d'Ampezzo.

Continua dopo la pubblicità...

Nonostante nelle giornate più calde la tentazione di fare un tuffo sia forte, considerate che la balneazione nel lago è vietata e l'acqua è comunque freddissima. Dopo aver visitato il caratteristico specchio d'acqua, tornate sul sentiero principale, dove potete proseguire nel bosco per altri 15 minuti, prima di incontare l'incorocio de Ra Forzèla, chiaramente identificabile dalla panchina e dalla segnaletica verticale.

Lago artificiale Po’ Drusciè sulla passeggiata Montanelli
Lago di Po’ Drusciè.
Sentiero boschivo da Piè Tofana a Posporcora
Sentiero boschivo a Piè Tofana.
Panchina sul sentiero Idro Montanelli
Panchina sul sentiero.

Abbandonate il Sentiero 410 e dirigetevi in direzione Cianderou, Sentiero 409. Da qui il panorama comincia ad aprirsi permettendo di vedere degli scorci di Cortina molto suggestivi. La passeggiata prosegue per circa 10 minuti, lungo un tragitto pianeggiante. Una volta raggiunta la tabella in legno del Parco naturale delle Dolomiti d'Ampezzo dovrete proseguire lungo il Sentiero 209 in direzione Tonde de Cianderou, prendendo la strada a sinistra del'incrocio.

Panorama dalla passeggiata Montanelli
Panorama dalla passeggiata.
Tabella del Parco naturale delle Dolomiti d'Ampezzo
Tabella del Parco naturale.
Cartello in legno di Sote Crepe
Cartello di Sote Crepe.

Dopo circa 20 minuti di salita costante raggiungerete il punto panoramico dei Crepe de Cianderou, dove una panchina vi permetterà di godere di un panorama davvero molto suggestivo. Da questo punto di osservazione potrete vedere Cortina, il monte Faloria, il monte Antelao, il Col Druscie ed in lontananza San Vito di Cadore, a circa 13 chilometri di distanza. Personalmente ho approfittato per fare lr foto di questa gita in autunno (5 novembre), ma questa passeggiata è molto bella in tutti i periodi dell'anno.

Panorama di Cortina dai crepe di Cianderou Cianderou, con Faloria e Antelao
Panorama di Cortina.
Panchina sui Crepe di Cianderou
Panchina di Cianderou.
Panorama di Col Druscie e Pocol da Cianderou
Col Druscie da Cianderou.

Una volta che decidere di ritornare alla macchina, potete percorrere lo stesso percorso che avete fatto all'andata per raggiungere nuovamente il parcheggio di Piè Tofana, dove potrete mangiare anche all'omonimo ristorante, famoso per la sua eccezionale cucina di alto livello. Maggiori informazioni le potrete trovare sul sito ufficiale del Ritorante Baita Piè Tofana. Se invece la passeggiata vi sembra troppo breve, esistono due deviazioni molto panoramiche da fare lungo il percorso.

Continua dopo la pubblicità...

La prima è quella del Lago GhedinaPiccola icona mappa, un piccolo laghetto montano molto suggestivo dove sorge l'omonimo ristorante. Alla fine della discesa è possibile proseguire verso sinistra una volta trovato l'incrocio con il tabellone del Parco naturale delle Dolomiti d'Ampezzo. La durata della deviazione, tra andata e ritorno, è di circa 50 minuti.

La seconda possibilità è quella di visitare il Col Druscie, il piccolo colle che avete potuto osservare dal panorama di Cianderou dove sorgono l'osservatorio astronomico e l'arrivo della nuova cabinovia della Tofana Spa, oltre all' omonimo ristorantePiccola icona mappa ed un Wine Bar targato MasiPiccola icona mappa. Per raggiungere il Col Druscie dovrete tornare quasi all'inizio della passeggiata, vicino al parcheggio di Piè Tofana e proseguendo lungo la strada segnalata dal cartello Col Drusciè - Sentiero 411. Dopo circa 15 minuti di salita lungo le piste da sci raggiungerete il colle, dove potrete godere di un bellissimo panorama di Cortina.

Esiste una variante più impegnativa di questa gita, che permette di raggiungere Cianderou partendo da Fiames e di proseguire oltre il punto panoramico fino alla Forcella di Posporcora, in questo caso però il tragitto diventa di quasi 12 chilometri e non è adatto a tutti.

Sperando che la passeggiata Montanelli da Piè Tofana a Cianderou vi sia piaciuta, prima di salutarvi, vi ricordiamo che potete leggere tutte le gite che abbiamo selezionato a Cortina d'Ampezzo cliccando qui, oppure in alternativa leggere tutti gli articoli che abbiamo scritto su Cortina d'Ampezzo cliccando qui.

Se volete ringraziarci del lavoro svolto, potete darci un piccolo aiuto o un contributo visitando la pagina Sostienici.
Se, invece, volete suggerire una modifica, nella sezione Info e Contatti troverete i diversi modi per raggiungerci.