Il lago di Misurina

Nei pressi di Cortina d'Ampezzo è possibile visitare il lago di Misurina, uno dei bacini naturali più grandi delle Dolomiti e senza ombra di dubbio uno dei laghi d'alta quota più belli d'Italia.

Indice rapido (Click per espandere) Introduzione Parcheggiare a Misurina Cosa fare a Misurina Il lago d'Antorno La Leggenda di Misurina Conclusione

Introduzione

Il lago di MisurinaPiccola icona mappa fa parte della frazione più alta del comune di Auronzo ed è il lago alpino più grande delle Dolomiti ed uno dei laghi d'alta quota più belli d'Italia. Misurina è anche una delle mete turistiche più apprezzate del comprensorio, specialmente da motociclisti ed automobilisti, che amano trascorrere un piacevole pomeriggio sulle sue sponde. Il lago di Misurina può essere raggiunto in automobile da Cortina in circa 30 minuti, attraversando il Passo Tre Croci direzione Auronzo di Cadore per circa 15 chilometri.

...uno dei laghi d'alta quota più belli d'Italia...

Il lago molto frequentato anche grazie alla sua vicinanza con le Tre cime di Lavaredo, per questo motivo da molti escursionisti viene utilizzato come punto di partenza per il Rifugio AuronzoPiccola icona mappa, uno dei rifugi del comprensorio delle Tre Cime, oltre che per per altri itinerari escursionistici come ad esempio quelli del Col de Varda o del Monte Piana. In inverno il Lago di Misurina si ghiaccia completamente, rendendo possibili sport invernali come il pattinaggio o, nei suoi dintorni, lo sci e le escursioni con le racchette da neve. In passato si sono disputate sul lago ghiacciato anche alcune edizioni del Cortina Winter Polo Audi Gold Cup.

Il classico panorama di Misurina
Una partita di polo sul ghiaccio del lago di Misurina
La merenda alla Malga Popena
(1) Il classico panorama di Misurina. (2) Una partita di polo sul ghiaccio. (3) La merenda alla Malga Popena.

Il Lago di Misurina è situato a 1756 metri sul livello del mare e grazie alle caratteristiche climatiche che lo distinguono (bassa densità dell’aria, quasi completa assenza di fiori e ricchezza di radiazioni ultraviolette) è uno dei posti al mondo dove l'aria risulta più pulita, al punto da ospitare uno dei soli due centri per la cura e la riabilitazione dalle malattie respiratorie al mondo, l’Istituto Pio XII. In questo centro le malattie non vengono curate tanto con i farmaci, quanto con l'ausilio dell'aria di montagna ed il contatto con la natura.

Continua dopo la pubblicità...

Parcheggiare a Misurina

Una volta arrivati a Misurina dovrete parcheggiare l'auto, attenzione in quanto questa missione non sarà sempre facile. Durante l'alta stagione tutti i parcheggi disponibili potrebbero essere pieni, per questo è consigliabile raggiungere il lago la mattina presto, prima dell'arrivo dei turisti. In questo modo avrete modo di trascorrere la mattinata nei pressi del lago, per poi fermarvi a mangiare qualcosa a pranzo ed eventualmente tornare a Cortina prima del ritorno dalle gite, che potrebbe rendere difficoltoso il tragitto lungo il Passo Tre Croci, ad oggi uno dei punti più frequentati delle Dolomiti grazie alla gita sul Lago di Sorapis.

Alcuni parcheggi comunque possono essere facilmente trovati nei pressi del lago, ad esempio di fronte all’Istituto Pio XII, davanti al piccolo market Despar, vicino alla Locanda al Lago oppure, nel peggiore dei casi, nei pressi della zona camper vicino al Ristorante Genzianella.

Se proprio non riuscite a trovare un posto libero, vi sconsiglio di spingervi ulteriormente in direzione del Lago Antorno. Il forte turismo legato alle Tre cime di Lavaredo renderà molto difficile trovare un posto libero. In alternativa potreste provare invece lungo la Strada provinciale 49 in direzione Dobbiaco, qui potrebbe esserci qualche posto sfuggito ai turisti più pigri, che pur di non fare due passi non si allontanano mai troppo dal lago. Tutti i parcheggi elencati in precedenza potrebbero essere a pagamento. Fate attenzione in quanto i vigili sono spesso presenti ed il comune di Auronzo non lesina sulle multe.

Un'altro panorama di Misurina
Panorama lacustre del lago di Misurina
Il giro del lago da fare a piedi
(1) Un'altro panorama di Misurina. (2) Panorama lacustre del lago. (3) Il giro del lago da fare a piedi.

Cosa fare a Misurina

Una volta parcheggiata l'auto è d'obbligo un giro del lago a piedi, l'escursione è davvero molto facile e vi impegnerà per circa 30 minuti. Non ci sono grandi difficoltà nel trovare il punto di partenza, in quanto si tratta di una passeggiata che costeggia la riva per tutta la lunghezza, può quindi essere fatta da qualsiasi punto e nella direzione che più vi piace.

Durante la passeggiata avrete modo di osservare le bellissime cime dolomitiche che circondano il lago, come i Cadini, le Tre Cime ed il monte Sorapiss. Il lago ha una flora ed una fauna di grande interesse naturalistico ed è sempre presente qualche simpatico uccello acquatico, tra cui diverse specie di anatre, a volte con i loro piccoli anatroccoli.

Una volta conclusa la passeggiata potete dedicarvi a curiosare un po' nei negozi del paese, in alcuni casi dei luoghi dove poter riscoprire il fascino di altri tempi. Anche se il Lago di Misurina non è il paradiso della mondanità e dello shopping, probabilmente troverete qualche simpatica idea regalo da portare a casa, come ricordo di questa giornata in alta montagna. Se per caso volete bere qualcosa, ci sono diversi bar che si affacciano sulle sponde del lago, scegliete quello che più vi aggrada seguendo l'istinto oppure guardate qualche recensione su internet.

Grand hotel Misurina e parcheggio del centro
Barche ormeggiate sul lago
Uno dei negozi di souvenir di Misurina
(1) Grand hotel Misurina e parcheggio del centro. (2) Barche ormeggiate sul lago. (3) Uno dei negozi di souvenir di Misurina.

Una volta visitato il centro del paese, potete decidere se dirigervi verso la Seggiovia di Col de VardaPiccola icona mappa, dove in circa 10 minuti di risalita potrete raggiungere l'omonimo rifugio e godere di uno splendido panorama sul lago di Misurina e sul comprensorio dolomitico che lo circonda. Dal Rifugio Col de VardaPiccola icona mappa partono diverse escursioni verso il gruppo dei Cadini di Misurina o verso il Rifugio Città di Carpi.

Se dopo una mattinata all'aria aperta vi fosse venuta fame, a Misurina esistono diversi locali dove fermarsi. Dalla Locanda al Lago QuinzPiccola icona mappa alla Pizzeria EdelweissPiccola icona mappa, passando per la Malga MisurinaPiccola icona mappa e molti altri, non vi resta che l'imbarazzo della scelta.

Continua dopo la pubblicità...

Il lago Antorno

Se in alternativa volete visitare un'altro piccolo lago molto naturalistico, è possibile dirigersi in direzione del Lago d'AntornoPiccola icona mappa, un piccolo laghetto circondato da cirmoli a pochissimi minuti di macchina da Misurina. Questo piccolo specchio d'acqua costituisce un’area di grande interesse per la flora e la fauna che lo caratterizzano, tipiche dell’ambiente alpino dolomitico. In circa 15 minuti è possibile fare il giro del lago a piedi. Questa zona è molto frequentata in quanto da qui è possibile raggiungere il rifugio Auronzo a piedi, evitando di pagare il pedaggio della strada diretta verso le Tre Cime percorribile in auto.

Se per caso la vostra curiosità venisse attratta da una strana costruzione in legno, posizionata nei pressi dello Chalet Ristorante Lago Antorno, probabilmente siete stati solleticati dal fascino dell'Igloo. Questo piccolo locale in inverno si trasformava in un'ambiente da festa come non se ne trovavano di simili nel raggio di molti chilometri. Sicuramente quel legno, se potesse raccontare storie, racconterebbe di amicizie, ubriacature, balli sfrenati e risate. Ad oggi purtroppo il locale è stato chiuso causa Covid, ma forse un domani potrà dare di nuovo le emozioni che ha saputo donare a molti, noi compresi.

Vista sul Lago Antorno
Cime dolomitiche sul lago d'Antorno
Igloo bar in estate
(1) Vista sul Lago Antorno. (2) Cime dolomitiche sul lago d'Antorno. (3) Igloo bar in estate.

La Leggenda di Misurina

Il nome Misurina sembra derivare dall’espressione dialettale “meso ai rin”, che significa letteralmente “in mezzo ai ruscelli”. Esiste una simpatica leggenda legata alla nascita del lago, raccontata anche nella canzone Il lago di Misurina di Claudio Baglioni.

La leggenda narra di una bambina molto viziata, di nome Misurina, figlia del Re Sorapiss, che governava le terre comprese tra le Tofane, le Marmarole, l'Antelao e le Tre Cime di Lavaredo. Il Re adorava la sua piccolina e cercava sempre di accontentarla in ogni suo capriccio. Un giorno la bambina venne a sapere che una fata possedeva uno specchio in grado di leggere i pensieri di chiunque vi si specchiasse. La bambina voleva a tutti i costi questo specchio e insistette finché il padre, estenuato, la portò nella casa della fata, sul Monte Cristallo. La fata aveva capito che la bambina era viziata e non voleva accontentarla, ma dopo la forte insistenza del padre decise di imporre una condizione durissima prima di separarsi dal suo specchio, in modo da farli desistere. La fata chiese al Re Sorapiss di trasformarsi in una montagna, in modo da proteggere il suo bellissimo giardino dal sole che faceva appassire precocemente i suoi fiori. Il re suo malgrado fu costretto ad accettare e proprio mentre stava consegnando lo specchio a sua figlia, iniziò a trasformarsi diventando una montagna gigantesca. La piccola Misurina, che sedeva sul grembo del padre, si accorse di essere sull'orlo di un precipizio e colta dalle vertigini, cadde rovinosamente. Il padre, ormai gigantesco, pianse la morte di sua figlia con lacrime giganti lungo due ruscelli che diedero vita al lago di Misurina.

Conclusione

Nel nostro caso la gita a Misurina si è conclusa con una merenda alla Malga PopenaPiccola icona mappa, un locale molto caratteristico sulla strada verso Carbonin, che permette di tornare a Cortina lungo il Passo Cimabanche. La Malga Popena è gestita dalla Cooperativa Agricola Auronzo Val d'Ansiei, così come la Malga Maraia, raggiungibile da questa facile escursione. Entrambi questi ristoranti nascono con lo scopo di dare un lavoro ai residenti del comune di Auronzo e comprendono anche alcuni campi, dove vengono coltivate gran parte delle materie prime con cui si creano i piatti. Sinceramente non possiamo che consigliarvi di farci un salto.

Sperando che la pagina su Cosa vedere a Misurina vi sia piaciuta, prima di salutarvi, vi ricordiamo che potete leggere altri interessanti articoli su cosa fare e cosa vedere a Cortina sulla nostra home page.

Se volete ringraziarci del lavoro svolto, potete darci un piccolo aiuto o un contributo visitando la pagina Sostienici.
Se, invece, volete suggerire una modifica, nella sezione Info e Contatti troverete i diversi modi per raggiungerci.